You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.


Giuseppe Parente



Inizia all’età di otto anni studiando balletto e dopo qualche anno si avvicina alla ginnastica artistica portando avanti contemporaneamente lo studio delle due discipline. Con la ginnastica artistica arriva alla partecipazione dei campionati nazionali e si avvicina alla recitazione studiando con il Piccolo Teatro di Milano prima e con Guido Cerniglia dopo. Studia canto con Peter Peluso e si concentra sullo studio delle varie tecniche di danza contemporanea vincendo quattro borse di studio presso il Merce Cunningham studio nella città di New York. Nel corso di questi anni prende parte a stages e seminari in Europa e in America studiando con Victor Litvinov, Joseph Fontano, Lindsay Kemp, Fabrizio Monteverde, Alan Astiè, Trisha Brown, Ismael Ivo, Elio Gervasi, David Parson, Doug Elkins, Wim Vandekeybus, Cesc Gelabert, Enzo Cosimi, Lloyd Newson, Jorma Outinen, Mark Morris, Merce Cunningham, Robert Swinston, Robert Wilson.

esperienze professionali

1989 “M.Butterfly” Compagnia Ugo Tognazzi-Arturo Brachetti. Prodotto da Lucio Ardenzi. Regia di John Dexter. Coreografia di Hu Ming Jian. In scena in Italia e Svizzera. 1991 “Orestiade” Regia di Alberto di Stasio. Coreografia di Gloria Pomardi. In scena in Italia. 1993 “Photo:il colore dei miei sogni” Compagnia Movimento Danza. Coreografia di Gabriella Stazio. In scena in Italia e Irlanda. 1994 “L’heure du berger” Compagnia Movimento Danza. Coreografia di Gabriella Stazio. In scena in Italia,Irlanda,Egitto e Libano. 1994 “Agamennone” Istituto Nazionale del Dramma Antico. Teatro Greco di Siracusa. Regia di Roberto De Simone. Coreografia di Gabriella Stazio. 1994 “Il Mondo della Luna” Teatro San Carlo di Napoli. Regia di Costa Gavras. Coreografia di Marta Ferri. 1994 “Bodies Exhibition” Compagnia Movimento Danza. Coreografia di Gabriella Stazio. In scena in Italia, Kenia ed Etiopia. 1995 “La figlia del Mago” Teatro San Carlo di Napoli. Regia di Franco Ripa di Meana. coreografia di Marta Ferri. 1995 “Kendang” Compagnia Movimento Danza. Coreografia di Gabriella Stazio. In scena in Italia, Egitto e Irlanda. 1995 “Sansone e Dalila” Arena Sferisterio di Macerata. Regia di Ugo De Ana. Coreografia di Leda Lo jodice. 1995 “Aria” Compagnia Movimento Danza. Coreografia di Gabriella Stazio. In scena in Italia, Egitto e Irlanda. 1995 “Il Paese delle Sirene” Mondovisione RAI. Regia di V. Ottolenghi, A. Cappelli e A. Borgonovo. Coreografia di Gabriella Stazio. 1996 “Iris” Teatro dell’Opera di Roma. Regia di Ugo De Ana. Coreografia di Leda Lo jodice. 1996 “L’ombra dentro la pietra” Festival di Romaeuropa. Prodotto dalla Fondazione Romaeuropa e l’Hebbel Theater di Berlino. Coreografia di Paola Rampone. In scena in Italia e Germania. 1997 “Il Barbiere di Siviglia” Teatro dell’Opera di Roma. Regia di Ugo De Ana. Coreografia di Leda Lo jodice.
1997 “Super de Luxe” Compagnia di danza Enzo Cosimi. Coreografia di Enzo Cosimi. In scena in Italia. 1998 “Elio Gabalo” Compagnia di danza Enzo Cosimi. Coreografia di Enzo Cosimi. In scena in Italia e Perù. 1998 “Kuss” Teatro Nazionale Tedesco di Weimar. Coreografia di Ismael Ivo. In scena in Germania e Austria. 1999 “Istruzioni di volo” Elio Gervasi tanz company. Coreografia di Elio Gervasi. Prodotto dal Teatro Odeon di Vienna e dal Ministero austriaco per la cultura. In scena in Austria e Italia. 2000 “Piece for six dancers” Prodotto dalla Martha Graham foundation. Regia e coreografia di Robert Wilson. In scena negli U.S.A. 2000 “In the room…” De Rotterdamse Dansgroep. Coreografia di Ton Simons. In scena in Olanda e Macedonia. 2001 “Aurora”, “Fables”, “Wien”. Pascal Rioult dance company. Coreografia di Pascal Rioult. In scena negli U.S.A., Messico e Francia. 2002 Ritorna in Italia dedicandosi all’insegnamento e alla creazione coreografica. 2003 Fonda la Compagnia di danza Giuseppe Parente e accetta la direzione artistica della VI edizione del NewContaminateArt Festival di Aversa. 2003 Crea “1030” una coreografia in due atti per sei danzatori e una vocalist in scena in Italia. 2004 Riceve da “Napoli Cultural Classic” il I premio per essersi distinto per la qualità e l’originalità delle sue creazioni coreografiche. 2004 Riceve dalla città di Aversa il premio “Aversa nel mondo” per la categoria musica e spettacolo. 2005 Crea “PUFF ADDER” una coreografia per sei danzatori in scena in Italia. 2005 Vince il primo premio internazionale di videodanza per il concorso “Il coreografo elettronico” con un video della durata di 7’ 30 e dal titolo : “1030”. 2006 Tiene seminari in Italia e all’estero ed è presente con la sua compagnia in prestigiose rassegne e festivals italiani. 2007 Riceve dalla città di Capua il Premio Pier delle Vigne per la sezione danza. 2007 E’ ospite al Premio Postano per l’arte della danza con la sua ultima creazione dal titolo: “Coppelia mon amour”.

Di Giuseppe Parente il critico Giulio Baffi ha scritto:

Corpo che si moltiplica, nudo e splendido per armonia e tensione. Che si solleva nell’aria e s’impenna contro pareti di metallo. Sembra un’onda che stia per infrangersi contro gli scogli irreali di una spiaggia crudele. Spuma leggera e seducente, annullando ogni logica della gravità che ci umilia, galleggia nell’aria in splendide armonie che accendono lo sguardo e comunicano alla mente brividi stupiti. Ci sembra di sentirne la musica. Ci sembra di vedere il suo gesto che lentamente, per magico sortilegio dell’immagine, riprende il suo movimento di danza…